tranquilla casa

Impianti elettrici

Come deve essere un impianto elettrico a norma di legge?

Qual'è l'impianto elettrico più elementare?

Quali caratteristiche devono avere gli impianti elettrici?​

Quando è necessario il progetto dell'impianto elettrico?

A tutte queste domande e a molte di più Artigianservizi non solo risponde ma dà una soluzione concreta, immediata e tempestiva.

Un impianto elettrico non a norma può essere pericoloso per la sicurezza della famiglia oltre a consumare di più. 

Tra le prime normative entrate in vigore in Italia, c’è la legge 46/90 del 1990. Regola l’installazione di impianti a norma. Per la prima volta viene specificata la responsabilità degli installatori. Del 2008 è il decreto ministeriale n°37: specifica che un impianto a norma deve ottenere un certificato di conformità. Sono però le normative europee a regolare la messa a norma degli impianti.

Ecco come deve essere un impianto a norma

 

Un impianto elettrico realizzato a norma deve avere un interruttore differenziale a almeno 2 unità per garantire la continuità dell’energia a due linee.

I grandi elettrodomestici come frigo, forno, lavatrice e lavastoviglie devono essere su una linea diversa da quella della luce. Deve esserci un interruttore generale di emergenza, un sistema di messa a terra e un salvavita. Ha la funzione di proteggere persone e edifici da scosse elettriche e incendi. Nel caso in cui ci sia dispersione elettrica o folgorazione, dovrà intervenire interrompendo l’erogazione di energia elettrica.

L’interruttore magnetotermico ha una doppia funzione: la parte magnetica ha il compito di protezione dal cortocircuito, mentre la parte termica interviene in caso di eccesso di corrente.

Non possono mancare le protezioni alla struttura, che difendono il sistema da sole, umidità e polvere. Quindi l’impianto deve essere protetto da contatti diretti e indiretti. Le parti dell’impianto devono essere isolate adeguatamente. Ad esempio non possono esserci fili volanti, ma devono passare dentro le canaline e essere lontani dall’acqua. I cavi elettrici non a norma sono forse l’elemento più pericoloso in un’abitazione.

Le prese di corrente devono essere adeguate all’impianto e sopportare il carico degli apparecchi elettrici che vi si attaccheranno. Sono obbligatorie anche le luci di emergenza e sicurezza, predisposte a intervenire in caso di un’interruzione nella fornitura di energia elettrica.

Se una di queste regole non viene rispettata, l’impianto elettrico non è a norma.